I Tesori dell’India: 1° Tappa, Delhi

Io e la mia compagna abbiamo deciso di fare un viaggio in India per visitare parte del grande patrimonio archeologico che questa nazione offre. Pertanto abbiamo lasciato da parte mete suggestive come il Rajahstan per preferire mete meno battute come Bhopal e il Mahrajastra (lo Stato di Mumbai).

Delhi

E’ una città che oltre a essere molto caotica mette subito a dura provi i nervi del turista appena giunto in India. La sporcizia e la miseria sono piuttosto diffuse e la dura realtà sociale indiana è evidente sin dai primi metri fuori dall’aeroporto. I monumenti sono però di altissimo livello.

  • Il Quitab Minar è un complesso assolutamente meraviglioso e oltre all’impressionante minareto vale la pena segnalare la colonna in ferro fusa quando ancora in Europa non si sapeva neppure come fondere il ferro! Un autentico mistero che rende subito l’idea di quanta cultura e di quale livello di civilizzazione si sia raggiunto da queste parti.
  • Il Forte, molto bello sia di fuori che dentro.
  • Il Museo Archeologico: da non perdere, alcuni reperti sono di valore davvero notevole.
  • Accanto al museo consigliamo una visita all’Archeological Survey of India, nonostante il guardiano all’ingresso e lo squallore degli uffici, qui è dove si pubblicano le più importanti edizioni di archeologia indiana. E’ possibile comprare con pochi soldi guide completissime sull’India con bellissime fotografie. E avere un supporto per visitare i siti archeologici ben maggiore a quanto può offrire una Lonely Planet o una Routard.

    Copyright © 2006 - All Rights Reserved

    %d blogger cliccano Mi Piace per questo: