13° Puntata – Il mix malese

Giunto a Georgetown, sull’isola di Penang, in Malesia, le acque si calmano. In 10 giorni di viaggio verso Singapore scopro un paese moderno, progredito, ospitale, con una popolazione cordiale e parecchi angoli interessanti da scoprire, senza gli eccessi della vicina Thailandia, dove il paese si e’ adattato alle necessita’ dei turisti e la vacanza significa divertimento (di fatto, i malesi che vogliono “esagerare” vanno in ferie in Thailandia). In Malesia si puo’ ancora viaggiare.

La differenza con la Thailandia è di natura socio-culturale. Il paese e’ musulmano e, per certi versi, parecchio conservatore: sulla vendita di alcolici gravano pesanti imposte, i locali notturni devono chiudere tassativamente alle 3 e le donne di etnia malese sono incoraggiate all’utilizzo del velo. Quest’ultimo punto e’ una delle caratteristiche del paese; la popolazione è costituita da 3 gruppi etnici: malesi, cinesi e indiani. Ai miei occhi l’integrazione sembra perfetta: un caso di successo da presentare a quei paesi dove tensioni e scontri sono invece all’ordine del giorno.

La Malesia e’ una ex colonia inglese, che ha visto il passaggio anche di olandesi e portoghesi. A Georgetown ci sono ancora molte testimonianze di questo passato, soprattutto in termini architettonici. All’eredita’ coloniale è da attribuirsi un buon sistema scolastico e l’utilizzo diffuso della lingua inglese; come in nessun altro paese visitato ho infatti avuto l’occasione di chiaccherare a lungo con le persone e di approfondire aspetti degli usi e costumi locali.

Dopo la visita di Georgetown mi concedo una sosta rinfrescante alle Cameron Highlands. A 1500m di altezza la temperatura e’ veramente gradevole: qui si coltiva the’, frutta (fragole!) e, nelle serre, piante tropicali. Tra le colline e all’interno di una verdeggiante foresta si snodano piacevoli sentieri, da percorrere in compagnia di un occasionale scimmia o insieme ad altri viaggiatori.

A Kuala Lumpur invece sono di nuovo nella morsa del clima tropicale. La capitale e’ il fiore all’occhiello e il simbolo delle ambizioni malesi. Le Petronas Twin Towers, ad esempio, sono a lungo state l’edificio piu’ alto al mondo. La citta’ e’ moderna, punteggiata da alti palazzi e tagliata da lunghi viali e strade sopraelevate. Ci si sposta abbastanza facilmente, soprattutto utilizzando la metropolitana o la monorotaia. Alloggio nel quartiere di Chinatown che di sera ospita un vivace mercato notturno e offre un gran numero di sistemazioni economiche.

Copyright © 2008 - All Rights Reserved

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: