Girando la Germania in auto


La Germania l’abbiamo visitata varie volte, con i voli low cost. E’ sempre interessante da vedere, ma stavolta in auto abbiamo avuto la possibilità di scoprirla meglio, più da vicino. In realtà l’abbiamo attraversata nel viaggio di andata/ritorno dalla Danimarca.

Nel viaggio di andata abbiamo dormito a Fulda, una città situata nell’est dell’Assia, immersa in una deliziosa campagna e villette piene di frutteti, in particolare mele, pere e prugne. Il b&b che abbiamo trovato era davvero bello, con colazione inclusa, per una spesa di circa 80 euro (doppia).

E’ stato ancor più bello il viaggio di ritorno dalla Danimarca. Non avevamo prenotato nulla per la sera e quindi ci siamo affidati alla gmaps, cercando qualche alloggio. Ci siamo fermati a circa 20 km da Gottinga, in un posto assolutamente sperduto: c’erano in giro più pale eoliche che turisti!

E’ stato fantastico perdersi in questi posticini pieni di verde e in mezzo al nulla. Siamo andati in un affitta camere Landgasthof Lindhorst, si trova a questo indirizzo: Hauptstraße 13, 37139 Adelebsen. Avevamo prenotato su booking.com mezz’oretta prima di arrivare, grazie all’iphone. Ci ha accolto un signore tedesco al 100%, con tanto di baffo e capello bianco. Oltre che ad affittare camere, gestisce un ristorante, che era vuoto, con il tipico bancone-bar, con sgabelli in legno, boccali di birra, la Gottinger appunto, e il tipico cliente fedelissimo che beve una birra dopo l’altra (una scena che faceva venire in mente Homer da Boe, il tutto naturalmente in versione tedesca).

Subito ci siamo seduti per farci un bel birrone prima e cenare poi, del resto erano circa le 19. Il proprietario prima ci aveva detto che non poteva farci mangiare, come se il ristorante fosse chiuso, ma solo farci bere. Alla fine però simpaticamente ci ha portato un menù dicendo che qualcosa poteva prepararcela. Abbiamo speso circa 50 euro per mangiare salsicce, pure, insalate e birre a volontà.

Alla fine abbiamo concluso la giornata con una passeggiata a piedi tra spighe di grano, pale eoliche, in un silenzio prezioso che il turismo di massa ormai ha reso introvabile, soprattutto nei periodi estivi.

Copyright © 2011 - All Rights Reserved

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: