Sogne Fjord: un fiordo, tanti fiordi

il Sogne Fjord è lungo 200 km. è il fiordo più lungo della Norvegia, ed ha numerosi rami. Per visitarlo abbiamo scelto come campo-base, Bergen, ma non è stata una buona idea. a parte i prezzi altissimi, la città si trova parecchio distante dal fiordo, soprattutto dai suoi rami finali, probabilmente le parti più interessanti da vedere.
Quindi vi consiglio di scegliere qualche paesino più vicino, tanto in zona si trovano campeggi e stanze un po’ dappertutto.
Proprio per questo campo-base poco azzeccato, abbiamo fatto un giro intorno al fiordo e poi abbiamo continuato oltre, verso Forde. Questo giro ci ha portato via l’intera giornata.
Abbiamo costeggiato tutta la parte finale del fiordo, cominciando dalla graziosa cittadina di Flam, e arrivando fino a Sogndal e poi oltre, allontanandoci dal fiordo.
In mezzo, abbiamo anche percorso uno dei tunnel più lunghi del mondo, ben 24 km di galleria!!! Oltre ad essere così lunga, la galleria ha un’altra caratteristica: al suo interno si aprono ogni tanto degli spazi più ampi, che hanno la particolarità di essere illuminati di luce azzurra, pare di essere in discoteca…

Per visitare il fiordo, si può anche scegliere di partire in nave da Bergen e fare una gita in giornata. I prezzi non sono bassi, ma probabilmente il giro è meno stancante che farlo in macchina.

Ma dicevamo del Sogne Fjord. la parte che ci ha affascinato di più sono stati alcuni rami particolarmente “incontaminati”, dove c’erano solo poche case, le montagne del fiordo e la natura. Anche se abbiamo trovato una leggera pioggia, il paesaggio non ha perso bellezza, anzi forse l’ha guadagnata. Le acque dei fiordi sono estremamente calme e piatte, non pare la superficie del mare, ma un pavimento di marmo.

La giornata si è conclusa a Forde, dove abbiamo dormito in un ottimo ostello, che era in realtà una scuola chiusa per le vacanze estive. Ottime stanze per studenti, pulite e una bella cucina su ogni piano. Prendetela in considerazione come tappa intermedia!

Un avvertimento per quanto riguarda gli alloggi: La Norvegia costa. e costano anche i pernottamenti, ovviamente. Noi avevamo prenotato diversi alberghi dall’Italia, ma non è stata una scelta azzeccata. Abbiamo speso parecchio per alberghi che non erano granchè.
La cosa migliore è cercare posti meno conosciuti (rispetto a Stavanger e Bergen, ad esempio) e cercare sul luogo dove dormire. infatti ci siamo accorti che lungo la strada ci sono spesso camping con chalet o camere in affitto, e probabilmente sarebbe stata la scelta giusta.
Inoltre, ci sono dei luoghi che non saranno in riva al fiordo, perchè sono in mezzo alle montagne, ma che sono altrettanto belli (ma meno costosi).

Per il resto, l’unica è andare a zonzo per tutta la regione, perchè non ci sono mete turistiche ben individuabili, ma soprattutto c’è da ammirare la natura che ti sta attorno.

Copyright © 2011 - All Rights Reserved

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: