La quiete Buddista di Sukhothai

Scopri l’itinerario completo in Thailandia e Cambogia &#9654

Sukhothai è una piccola città contadina. Attorno si estende una vasta pianura coltivata e la vegetazione lussureggiante domina il paesaggio. Anche l’aeroporto è in armonia con il luogo: niente edifici in muratura, delle “capanne” in legno senza porte e con accesso senza alcuna restrizione; dei gazebi, bellissimi, decorati con orchidee, e a fianco pure uno zoo dove si possono vedere zebre e giraffe. Non sembra proprio un aeroporto ed è il marchio di visita di Sukhothai.
Abbiamo alloggiato in un resort anch’esso costruito interamente in legno, e anch’esso pervaso da una tranquillità totale. Lì per la prima volta abbiamo conosciuto la gentilezza dei thailandesi: regali per gli ospiti, inchini, saluti con le mani in preghiera.
In un posto così calmo, così in simbiosi con la natura, così poco rumoroso, che mezzo si poteva scegliere per muoversi? La bicicletta, ovviamente!
E così abbiamo passato un paio di giorni girando in bici lo splendido parco archeologico di Sukhothai. E’ la prima volta che giro in bici un sito archeologico e devo dire che è stato molto bello.
Sukhothai è stata l’antica capitale della Thailandia, prima di Ayutthaia e di Bangkok, e nel parco archeologico sono conservati degli splendidi templi buddhisti.
Sono templi sobri, anche se raffinati e maestosi (basti vedere il Wat Si Chum), molto diversi ad esempio da quelli di Bangkok, più pacchiani e “barocchi”.

Copyright © 2012 - All Rights Reserved

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: