Tikal, favolosa di giorno (e la notte?)


Tikal è il sito più bello che ho visto nel viaggio in Messico, a pari merito con Chichen Itzà.

Fu uno dei maggiori centri della civiltà Maya, sia in termini di popolazione, sia in termini di influenza culturale. I resti più antichi risalgono a qualche secolo a.C., ma l’apogeo della città fu nel Periodo Classico Maya, tra il 200 e l’850 d.C. durante il quale dominò politicamente e culturalmente sull’area.

Tikal è un sito molto vasto: si cammina su sentieri in mezzo alla giungla per diverse ore, visitando un grande numero di piramidi e altre costruzioni. Alcune non sono nemmeno state scavate completamente. In effetti è un lavoro impegnativo, che richiede risorse finanziare e molto tempo. Mentre eravamo lì stavano cominciando a ripulire una piramide. Ma non è che c’erano gli archeologi con paletta e secchiello che spostavano qualche mucchio di terra. C’erano due operai con la motosega! eh sì, perchè la piramide era completamente ricoperta di vegetazione, era diventata una collinetta con un fitto groviglio di alberi d’alto fusto. questi lavori vengono effettuati solo se si pensa che sotto si possano trovare dei resti di una certa consistenza. In ogni caso questo ci fa capire come ci siano ancora molti “tesori” sepolti nella giungla dello Yucatan e del Petén.

A Tikal vengono anche organizzati dei tour che partono di notte e permettono di ammirare l’alba in cima alla piramide. Noi non l’abbiamo fatto, ma a sentire i pareri non ne vale troppo la pena. Si arriva di notte dentro il sito e ci si muove con le torce. Si dovrebbero vedere molti animali ma è raro che capiti e anche l’alba non è sempre delle più belle.
Certo però è bene arrivare al sito di buon’ora, perchè dopo mezzogiorno il caldo si fa soffocante e rende molto difficile la camminata.

A differenza degli altri siti messicani, qui si potevano salire le piramidi, utilizzando un sistema tanto semplice quanto efficace: delle scale in legno. In questa maniera i turisti evitano di “consumare” i già precari gradoni delle piramidi, ma possono lo stesso ammirarle fino in cima. Ai lati delle piramidi sono piazzate delle impalcature di legno e ferro con gradini, ed anche in cima ci sono pedane di legno. Speriamo che anche a Chichen Itza e a Palenque adottino questi sistemi.

In effetti è anche grazie a questo che il sito mi ha tanto entusiasmato. Come si diceva in altri articoli (Palenque), le due cose che più mi hanno colpito dei Maya sono i bassorilievi e la maestosità delle piramidi. Ma il secondo aspetto non lo puoi apprezzare appieno se non ci sali in cima…

Qui siamo saliti su due piramidi: il Tempio del Giaguaro e il Tempio V.

Il Tempio del Giaguaro (o Tempio I) è situato nella Plaza Mayor, e di fronte ad esso, dall’altro lato della piazza, si trova un altro tempio (Tempio II o Tempio della Luna), che pare il suo gemello. Sugli altri due lati, sono situate due blocchi di costruzioni, a chiudere la piazza.

Il tempio V, è una piramide immersa nella giungla. All’improvviso ti appare di fronte, con l’imponenza della sua sessantina di metri di altezza. è molto ben conservata, massiccia. Salire la piramide è stato il momento più emozionante della visita. Le scale di legno che si vedono sulla sinistra della piramide sono praticamente verticali, tanto che è quasi impossibile (ed anche molto pericoloso) scendere con le gambe in avanti. Devo dire che a metà salita ho cominciato ad avere un po’ di strizza, ma alla fine son salito in cima! Una vista magnifica sulla foresta sconfinata. Solo in cima ci si rende conto di quanto la piramide sia scoscesa.
Lo scopo non era certo quello di costruire delle piramidi di pietra facilmente scalabili, con una pendenza “umana”, quanto piuttosto sforzarsi nell’esatto contrario, rendendo la piramide il più “verticale” possibile.

Un altra piramide importante è il tempio IV, che ha certamente uno stato di conservazione peggiore rispetto ai templi della Plaza Mayor, ma è la seconda piramide Maya più alta (circa 70 metri) dopo El Mirador. Purtroppo non si poteva salire.

Copyright © 2007 - All Rights Reserved

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: